· 

Ipertensione arteriosa e attività fisica: come gestirla e contrastarla!


 

Cos’è l’ipertensione arteriosa?

Viene definita ipertensione arteriosa la condizione in cui vengano rilevate valori pressori elevati rispetto alla norma. Cioè valori di pressione sistolica ≥ 140 mm/Hg e di pressione diastolica ≥ 90 mm/Hg, riscontrati minimo in due misurazioni fatte almeno in due giorni diversi.

Stile di vita come fattore determinante.

fattori che possono incidere sull’insorgenza dell’ipertensione arteriosa sono fattori genetici, stile di vita errato, elevato consumo di grassi e sale nella dieta e inattività fisica.

Se vai dal medico e scopri di avere l’ipertensione arteriosa , dovrai apportare alcuni cambiamenti nello stile di vita per abbassare la pressione sanguigna. Per contrastare l’ipertensione è possibile scegliere tra due alternative: rivedere il proprio stile di vita e/o assumere farmaci.

L’elevata pressione sanguigna può portare a gravi complicazioni se non trattata, ma i problemi possono essere evitati adottando diverse soluzioni.

  • Mangia più frutta e verdura: la regola delle 5 porzioni al giorno è una raccomandazione facile da tenere a mente;
  • Mantenere un peso “normale”: se sei in sovrappeso, perdere peso aiuterà ad abbassare la pressione sanguigna e ridurre il rischio di problemi di salute;
  • Bevi meno alcol: bere troppo alcol aumenta la pressione sanguigna nel tempo;
  • Diventa più attivo: essere “moderatamente” attivo per 30 minuti cinque volte alla settimana può aiutare a mantenere il cuore sano e abbassare la pressione sanguigna. Qualsiasi attività che ti faccia sentire caldo e leggermente senza fiato può essere d’aiuto.

Mantenere bassa la pressione sanguigna significa attenersi ai cambiamenti dello stile di vita. Far abbassare i valori della pressione sanguigna è una cosa, ma mantenere il livello di sicurezza è la sfida più grande.

È importante prendere il farmaco, ma se stai tentando di abbassare la pressione del sangue attraverso la dieta e l’esercizio fisico, non c’è molto spazio per un errore. Ovviamente puoi avere un pasto libero di tanto in tanto, e puoi saltare una giornata di allenamento qua e là e stare bene. Ma devi cercare di rimanere costante.

Quale attività fisica praticare? e sopratutto COME?

Probabilmente il tuo medico ti avrà consigliato di fare delle passeggiate, ma come bisogna farle? A braccetto con un amico scambiando quattro chiacchiere? Potrebbe essere un buona soluzione, ma oltre a passare un’oretta in piacevole compagnia probabilmente otterreste poco o niente da un’attività del genere.

Allora vediamo come poter strutturare in maniera efficace l’attività fisica.

Secondo le linee guida dell’autorevole ACSM (The American College of Sport and Medicine) è necessario praticare dai 5 ai 7 giorni a settimana di attività aerobica per un tempo uguale o maggiore di 30 minuti al giorno ad intensità moderata. Quindi potrebbero andare bene tutte quelle attività che sono prolungate, ritmiche e che coinvolgono i grandi gruppi muscolari (camminata/corsa, bicicletta, nuoto).

Le stesse linee guida suggeriscono di svolgere per 2 – 3 giorni a settimana anche allenamento contro resistenza (pesi, elastici, ecc…) ad un’intensità compresa dal 60 al 80 % dell’1RM. L’1RM non è altro che il massimo carico che riusciresti a muovere nella singola ripetizione.

Anche la mobilità dovrà essere allenata per almeno 2 – 3 giorni a settimana.

Il ruolo del chinesiologo

Secondo la mia visione il chinesiologo ha il compito, oltre che di impostare l’allenamento, di indagare quali siano le componenti che possono essere migliorate nello stile di vita. Questo è possibile farlo attraverso una serie di test scritti, validati scientificamente, che consentono di avere un quadro generale di chi è, cosa fa e come lo fa il soggetto in questione.

Ovviamente per riuscire ad impostare un lavoro con le caratteristiche appena descritte è necessario innanzitutto sottoporre il soggetto ad una valutazione funzionale attraverso la quale sarà possibile poi calcolare le corrette percentuali di lavoro.

 

ALDO GRUTTADAURA

Scrivi commento

Commenti: 0

La nostra visione


Corretto stile di vita e attività fisica,

queste sono le prerogative.

 

 

Ti piacerebbe che i tuoi dipendenti fossero informati, consigliati e seguiti da professionisti del benessere?

 

 

Possiamo offrirti dei programmi di corporate wellness per la promozione del benessere da sviluppare direttamente nella tua azienda.